Le dichiarazioni di mister Di Carlo al termine di Reggiana-L.R. Vicenza:

“E’ una sconfitta che brucia perchè non abbiamo espresso il nostro gioco, non siamo stati lucidi nelle giocate. L’impegno c’è stato da parte di tutti, però entrambe le squadre forse avevano timore a giocare a calcio. Dobbiamo essere più bravi nel muoverci e nell’attaccare gli spazi: oggi lo abbiamo fatto poco. Loro hanno avuto due occasioni per segnare, non ho visto altre parate di Grandi e i gol sono stati figli di nostri errori. C’è tutto per reagire, per come si è incanalata la partita era difficile vincere oggi.

L’approccio è stato buono, siamo però stati poco aggressivi. E’ stata una partita sporca, dove c’erano in palio punti importanti. Non abbiamo avuto la forza per giocare più velocemente. Pontisso? Ha fatto delle buone cose, ma ritornava dopo due mesi. Dire che abbiamo perso a causa di Pontisso e Agazzi mi sembra riduttivo. Abbiamo perso perchè la squadra doveva fare una prestazione più cattiva, più tecnica, più veloce, più lucida.

Altro gol subìto su calcio da fermo? Sono molto arrabbiato, loro poi ci hanno riprovato altre volte. Dopo lo svantaggio abbiamo ci siamo innervositi, è un limite che dobbiamo migliorare. Tecnicamente non abbiamo fatto una grande gara e il primo responsabile sono io. Non ho visto occasioni da parte loro, ma nemmeno lato nostro. Se il gol di Zonta fosse arrivato un po’ prima, come speravo, potevamo forse riaprire la partita per pareggiarla. Il 2-0 non dovevamo prenderlo, per questo sono molto arrabbiato con tutta la squadra.

Chiudiamo il girone di andata con 21 punti, si vede che meritiamo questo. Abbiamo qualche punto in meno rispetto a quelli che potevamo avere. Dovremo cercare di recuperarli nel girone di ritorno. Quando le partite non si riescono a giocare bene, occorre essere più concentrati e attenti per non prendere gol”.