Dopo la sosta i biancorossi di mister Di Carlo iniziano contro il Cittadella il rush finale che porterà alla conclusione del campionato. Il tecnico del club berico dovrà rinunciare solo a Dalmonte che lamenta ancora problemi al ginocchio che l’ha molto limitato nell’ultimo periodo, ma recupera Lanzafame (uscito anzitempo contro il Pescara) Cappelletti e Giacomelli che in settimana hanno lavorato prudenzialmente a parte. Per Di Carlo ci sono quindi diverse soluzioni a disposizione con la possibilità che l’allenatore dei biancorossi decida di schierare un modulo “a specchio” a quello del Cittadella proponendo un centrocampo a tre e l’attacco con tre giocatori tecnici e di movimento con Meggiorini che agirà da punta di riferimento.

Nel Cittadella mister Venturato dovrà rinuciare a Baldini, Frare e Cassandro con qualche dubbio relativo al ruolo di portiere con Kastrati che sembra favorito su Maniero. Incertezze ci sono anche sulla composizione del centrocampo, dove Iori è in ballottaggio con il thienese Pavan, e dell’attacco che dovrebbe essere guidato da Tsadjout dietro al quale sono in pole per scendere in campo l’ex Vita e Gargiulo che prenderà il posto di Baldini che si è fermato nell’utima seduta di allenamento.

 

L.R. Vicenza (4-3-3) Grandi; Bruscagin, Padella, Valentini, Beruatto; Zonta, Rigoni, Agazzi; Vandeputte, Meggiorini, Giacomelli. A disp. Perina, Cappelletti, Barlocco, Ierardi, Pasini, Da Riva, Cinelli, Pontisso, Nalini, Lanzafame, Gori, Longo. All. Di Carlo

Cittadella (4-3-2-1) Kastrati; Ghiringhelli, Perticone, Adorni, Benedetti; Proia, Iori, Branca; Gargiulo, Vita; Tsadjout. A disp. Maniero, Camigliano, Donnarumma, Petre, Smajlaj, Pavan, D’urso, Rodsafio, Mastrantonio, Beretta, Tavernelli, Ogunseye. All. Venturato